Servizi

Delegazione AIRP

L’avv. Fabio Scipioni, componente fondatore dello studio MS & Partners, rappresenta l’AIRP, Associazione Italiana Riabilitazione Protestati, Prevenzione Usura, Racket e Fallimenti, per le regioni Marche e Abruzzo.

“Di usura si muore”.

Partendo da queste parole del signor Italo Santarelli, egli stesso vittima di usurai, poi divenuto Presidente della Associazione, è iniziata una strenua lotta sin dall’anno 1994 contro le banche, contro le istituzioni refrattarie al cambiamento, e contro le forze politiche intente a mantenere lo status quo, lotta che ha condotto con successo sino all’approvazione della rivoluzionaria per l’epoca Legge 108/96 cd. Antiusura, che ha fissato rigidi limiti tabellari all’applicazione, si ricordi sino a quel momento indiscriminata, di interessi corrispettivi a finanziamenti e mutui, bollando come usurari gli interessi che avessero superato tali limiti fissati trimestralmente da tabelle ministeriali.

Avendo avuto lo studio MS Partners occasione di collaborare a Roma insieme al Presidente Santarelli, si è deciso di condividere gli obiettivi dell’Associazione, costituendo nel 1998 una delegazione a Civitanova Marche, operativa per le regioni Marche e Abruzzo.

Pur non essendo dotata di strumenti economici e mediatici al pari di altre associazioni di categoria, l’AIRP ha condotto localmente brillanti operazioni, spesso al fianco di altrettanto brillanti Forze dell’Ordine, in favore di vittime di usura, i cui casi sono spesso saliti alla ribalta della cronaca locale: difatti la vittima di usura, a causa del particolare stato psicologico di prostrazione e di bisogno in cui si trova, non è mai consapevole che la unica via di uscita in questi casi è sempre il ricorso all’Autorità Giudiziaria.

E tale scelta viene resa più semplice nel suo maturarsi se indirizzata e stimolata da una Associazione composta da professiionisti esperti del settore, che possono descrivere i fatti già successi per altre vittime di usura, e che dunque possono indicare le strade migliori da percorrere nel caso specifico, sino ad accompagnare la persona presso l’Autorità Giudiziaria per i dovuti incombenti.

Tra le iniziative di rilievo curate dall’associazione localmente ricordiamo:

– 5000 km contro l’usura, camper dotato di servizi informativi che, partito da Roma, ha toccato Caserta, L’Aquila, Pescara, Fermo, Civitanova Marche, Pesaro, Bologna e Firenze;

– Incontro dibattito tenuto a Civitanova Marche nel 1999, con intervento di magistrati, politici, amministratori locali, avvocati ed esperti del settore.

Nel corso degli anni, l’Associazione si è indirizzata, specializzandosi sempre più, come struttura di supporto per l’imprenditoria locale per la cura dei rapporti tra artigiani, commercianti e piccole medie aziende nei confronti del sistema bancario, spesso vessatorio nei confronti di consumatori e aziende, la cui gestione corretta dei rapporti al contrario costituisce elemento imprescindibile per un corretto e sano svolgimento della stessa attività produttiva.

Le tematiche particolarmente sentite dagli imprenditori in questo periodo storico sono quelle delle sempre maggiori difficoltò di accesso al credito, anche per la sempre più stringente normativa sui protesti, segnalazione al CAI, iscrizioni in banche dati private (v. CRIF) di recente istituzione, oltre alla storica Centrale dei Rischi tenuta dalla Banca d’Italia, le cui iscrizioni pregiudizievoli determinano l’impossibilità dell’accesso al credito da parte del cliente potenziale, favorendo certamente il ricorso al credito illegale.

Il problema è di tale spessore che lo stesso Garante della Privacy, ha emanato, alla fine del 2005, il codice di deontologia e buona condotta per i sistemi informativi gestiti da soggetti privati in tempa di crediti al consumo, affidabilità e puntualità nei pagamenti.

L’AIRP è particolarmente orientata allo studio dei seguenti filoni:

  • rapporti e armonizzazione tra esigenze di tutela della privacy e sistemi di segnalazione;
  • armonizzazione normativa protesti, Centrale Allarme Interbancaria (CAI);
  • prospettive politiche ed economiche di sviluppo per la piccola impresa;
  • iniziative legislative di supporto alla piccola impresa;
  • rapporti tra difficoltà di accesso al credito e ricorso al credito illegale;
  • individuazione di soluzioni praticabili per fronteggiare il fenomeno usura e racket;
  • soluzioni di ordine pubblico e sicurezza.

Gli specialisti: